Chi siamo

Siamo Sara, Saimon ed Elisa guide naturalistiche abilitate dalla Regione Friuli Venezia Giulia e guide ambientali AIGAE. Innamorati della natura che ci circonda, e appassionati ESTploratori del territorio e del suo evolversi: non solo Natura in senso stretto, quindi, ma anche lettura dei contesti paesaggistici, ambientali ed etnografici.

ci presentiamo!

Sara Famiani > sono una curiosa che ama scoprire le molteplici storie dentro ai territori, a partire dai racconti, dai libri e dal paesaggio.
Ad accompagnarmi Jole, mia fida assistente specializzata nel comparto gastronomico.

Sono una guida naturalistica accreditata dalla Regione Friuli Venezia Giulia e dal Parco Naturale Regionale delle Prealpi Giulie, iscritta all’albo nazionale AIGAE, un’associazione nazionale di categoria che riunisce le guide ambientali escursionistiche. Sono un Operatore Naturalistico Culturale, accreditato dal Comitato Scientifico del CAI, una nuova figura di accompagnatore, che abbina all’approccio sportivo una dimensione più scientifica.

Ho lavorato per molti anni presso l’Area Marina Protetta di Miramare, dove ho curato la comunicazione istituzionale dell’area protetta, la comunicazione on e off line, l’ufficio stampa, le relazioni istituzionali e i progetti turistici e divulgativi.
Dalla brochure ai contenuti museali, ogni aspetto della divulgazione mi entusiasma!
Ora dedico le mie energie a progetti che parlano di ambiente e turismo, assieme ad associazioni, imprese e istituzioni, costruendo reti e sinergie su temi trasversali.

Nel ruolo di guida, ricerco con ostinazione quel difficile equilibrio tra fruizione del territorio e rispetto di chi (umani e non) lo abita e teme le logiche impazzite del consumismo turistico.

L’ ecosistema nordest è il luogo che ho il privilegio di abitare: da qui parto ogni volta per nuove #estplorazioni che possano offrire soddisfazione, culturale, sociale ed economica a tutti soggetti coinvolti.

Saimon Ferfolja > la passione per gli animali che diventa uno stile di vita

Sono un faunista e una guida naturalistica iscritta nell’albo regionale FVG, guida AIGAE e guida del Parco Naturale delle Prealpi Giulie, con cui collaboro attivamente nelle varie sessioni di monitoraggi faunistici (camoscio, stambecco, cervo).
Credo che la vita frenetica del mondo moderno ci abbia in qualche modo fatto perdere il contatto con la ruralità e con la natura, che nel passato scandivano continuamente il ritmo della nostra esistenza. Con in mio lavoro desidero far riscoprire questi principi e cercare di far ritrovare quel senso di pace e libertà che solo Madre Natura ci può dare.

L’amore per la natura e la fauna selvatica è esploso in me già quando seguivo mio nonno nei boschi e imparavo da lui a riconoscere le tracce degli animali e i versi degli uccelli. Questa passione ha dapprima condizionato il mio percorso di studi, facendomi scegliere il corso di laurea in Scienze animali, e successivamente mi ha indirizzato verso un lavoro che permettesse il continuo contatto con la natura.

Ho collaborato per parecchi anni con il Dipartimento di Scienze Agro-Alimentari, Ambientali e Animali dell’Università degli Studi di Udine nei monitoraggi di fauna selvatica in particolare di grandi carnivori e galliformi alpini. Negli ultimi anni ho collaborato come libero professionista nella gestione dei centri visite di alcune Riserve naturali Regionali del FVG occupandomi anche di didattica ambientale. Riuscire a trasmettere agli altri il mio amore per la natura e far conoscere le abitudini e la vita degli animali che popolano le nostre montagne e i nostri boschi, è diventata un po’ la mia mission.

Elisa Moretti > Biologa di formazione e naturalista per passione.

Sono laureata in Biologia ambientale terrestre, con una passione particolare per il mondo delle piante. Nel lavoro unisco le mie conoscenze e le mie passioni per trasmetterle al pubblico che incontro. Sono anche guida naturalistica e collaboro con l’Area Marina Protetta di Miramare, dove svolgo attività didattiche sulla biodiversità terrestre e marina, e sull’educazione ambientale.

L’interesse per la biologia è nato dalla curiosità per ciò che è invisibile ai nostri occhi, il “piccolo” e il “molto piccolo” che si nascondono dietro le forme e i colori degli esseri viventi, i misteriosi meccanismi che regolano la vita. Da qui poi la curiosità è tornata a rivolgersi al mondo macroscopico che ci circonda, quello di piante e animali, ma anche quello degli uomini: le storie, le tradizioni e le culture.

Amo la vita semplice, le cose essenziali. Prendo spunto dalla natura per capire cosa è essenziale nella mia vita, come essere umano, e cosa è superfluo. Equità, sostenibilità, serenità e benessere guidano le mie scelte nella vita e nel lavoro. Conoscere per conoscere, ma anche per dimostrare che un equilibrio tra il mondo “selvaggio” e quello umano è possibile.

Allora, chi viene a ESTplorare con noi?